Domande frequenti: la sostenibilità alla beeline

Esiste un rapporto di sostenibilità di beeline?

Il nostro primo rapporto di sostenibilità per il 2017 è in fase di elaborazione. Verrà pubblicato prevedibilmente tra marzo e giugno 2018 sul nostro sito aziendale.

Quale strategia di sostenibilità persegue beeline?

La sostenibilità è definita dall’equilibrio di tre fattori: ecologia, economia e responsabilità sociale. Ovviamente, tutti e tre sono strettamente interconnessi. Tuttavia, ogni fattore presenta le proprie sfide peculiari:

  • Dal punto di vista economico, beeline punta su uno stretto partenariato con i produttori e i partner di distribuzione e su un comportamento reciproco corretto e rispettoso - i nostri affari dovrebbero essere un successo per tutti i partecipanti. Questo assicura la longevità del nostro modello aziendale.
  • Rispetto alla responsabilità sociale, il nostro obiettivo è quello di impiegare adeguatamente tutti coloro che sono coinvolti nella produzione e nella distribuzione della merce. Il nostro Code of Conduct (codice di condotta) rappresenta il nostro punto di riferimento nella collaborazione con i nostri fornitori e chiarisce le nostre posizioni in merito alle condizioni di lavoro eticamente e moralmente corrette (tra l’altro con il divieto del lavoro minorile e forzato). L’intero codice di condotta è reperibile sulla nostra home page aziendale.
  • La nostra iniziativa in merito ai nostri effetti sull’ambiente - oltre che sulle norme obbligatorie per la sicurezza dei prodotti - è attualmente focalizzata sull’emissione di gas serra (CO2), in quanto il cambiamento climatico è per noi una delle più grandi sfide della nostra epoca. Allo stesso tempo, abbiamo introdotto presso i nostri fornitori un programma per il controllo della gestione dei rifiuti, sulla quale ora possiamo influire. Il prossimo punto di attenzione sarà la riduzione del consumo idrico.

Quali misure sono già state introdotte alla beeline in merito al tema della sostenibilità? Cosa è previsto per il futuro!

Sul nostro sito web abbiamo raccolto alcune delle nostre azioni relative alla responsabilità d’impresa. Queste comprendono misure riferite alla società e all’ambiente.

Oltre ad applicare severamente il Code of Conduct, il nostro codice di condotta vincolante, supportiamo organizzazioni come OXFAM, Deutsche Welthungerhilfe e. V. e un ospedale in Ciad.

Per ridurre la nostra impronta ecologica, abbiamo sviluppato un metodo che ci consente di determinare la quantità di CO2 emessa lungo la nostra catena di creazione del valore. Con questa conoscenza siamo ora in grado di concentrarci sui settori nei quali viene emessa molta CO2, per ridurre le emissioni nel modo più efficace possibile.

TOSH è la prima delle nostre marche per la quale raggiungiamo la neutralità CO2 con la piantagione di alberi.

Inoltre, nel 2009, abbiamo compiuto un grande passo in direzione della riduzione della CO2 con l’apertura del nostro centro logistico (BLC) energicamente autosufficiente a Colonia, per il quale abbiamo ottenuto il certificato “Green Building”. Questa certificazione “Green Building” è assegnata solo agli immobili con una struttura particolarmente efficiente energeticamente e sostenibile. (collegamento)

La messa in funzione di un secondo centro logistico a Memphis (USA) assicura una catena di trasporto responsabile con emissioni di CO2 ridotte.

I nostri negozi in Germania sono riforniti di corrente prodotta da centrali idroelettriche ed eoliche; intendiamo convertire alle energie rinnovabili anche i nostri negozi al di fuori della Germania - solo in questo modo si risparmia circa 1 milione di kg di CO2 all’anno.

Nella nostra merce e nei nostri imballaggi non si utilizza per principio il PVC; questo è verificato da controlli indipendenti.

Come si comporta beeline con la mole di rifiuti prodotti dagli imballaggi?

Tutti i nostri imballaggi vengono smaltiti da imprese partner dove esistono sistemi adeguati (parola chiave “Punto Verde”). I rifiuti prodotti nel nostro magazzino e al ricevimento merci vengono smistati e conferiti separatamente per il riciclaggio - questo vale anche, ad esempio, per i display non riparabili.

Un’ulteriore misura per ridurre la produzione di rifiuti da imballaggio è rappresentata dalla conversione ai nuovi sacchetti di plastica. Queste piccole buste trasparenti sono necessarie affinché la nostra merce arrivi intatta al luogo di vendita. Nel gennaio 2018 introdurremo i primi sacchetti di plastica di prova, completamente riciclabili e in grado di migliorare il bilancio CO2 rispetto ai normali sacchetti di plastica. Dato che questo è un argomento molto complesso, speriamo che questo test abbia esito positivo e che ci consenta quindi di avvicinarci a una soluzione a questo problema.

Cosa pensa beeline in merito al tema delle “condizioni di lavoro nelle nazioni di recente industrializzazione e in via di sviluppo”? Quali misure vengono prese per garantire condizioni di produzione eque presso le aziende subfornitrici?

Vogliamo che il lavoro necessario per i nostri articoli faccia guadagnare tutti gli interessati. Abbiamo pensato a come possiamo garantire che anche presso i subfornitori esistano delle condizioni che possiamo approvare. Questo vale soprattutto in riferimento alle condizioni di lavoro. 

Per tutti coloro che partecipano alla produzione delle nostre merci vale il nostro codice di condotta (Code of Conduct), che si basa su norme riconosciute in tutto il mondo, formulate dall’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO). In esso abbiamo definito, ad esempio, che non tolleriamo il lavoro minorile e forzato; con questo accordo chiariamo inoltre molti altri punti (sicurezza degli edifici, sicurezza sul lavoro, condizioni sociali sul posto di lavoro, ecc.).

Il rispetto di questi principi viene verificato con dei sondaggi tra i collaboratori e con controlli da parte dei nostri collaboratori, oltre a essere garantito dai nostri partner d’affari e da terzi.
L’intero codice di condotta è reperibile sulla nostra home page aziendale.

beeline dialoga anche con i propri clienti in merito alla sostenibilità? Se sì, come lo fa?

I clienti e gli interessati hanno la possibilità di ottenere maggiori informazioni sul tema della sostenibilità, tanto sul nostro sito aziendale quanto sui nostri canali sui media sociali. Anche il nostro servizio ai clienti è a disposizione degli interessati in caso di domande.

Perché solo i prodotti TOSH e non tutti i prodotti di beeline sono CO2 neutrali?

TOSH contrassegna l’inizio di questa filosofia per noi. Durante questa fase pilota, stiamo studiando come modificare le nostre modalità operative con i partners, al fine di neutralizzare l’emissione di CO2.

Il nostro obiettivo è quello di creare, in futuro, ulteriori brands CO2-neutral.

 

Come posso sapere dove e con quali condizioni sono fabbricati i prodotti?

Sui nostri codici a barre è possibile leggere da dove proviene ciascun articolo. Per poter garantire gli standard sociali presso gli stabilimenti produttivi, garantendo così condizioni di lavoro umane, tutti i nostri fornitori sono obbligati a rispettare il nostro codice di condotta.

Come viene garantito che nella produzione non siano impiegate sostanze chimiche nocive/velenose?

Determinate sostanze non possono essere usate per la produzione della nostra merce. Tutti gli articoli vengono controllati da laboratori indipendenti dopo la finalizzazione. Gli articoli che non superano il test non vengono consegnati.

beeline ha delle apposite direttive per l’uso di pelli e pellicce?

Sì! Abbiamo sviluppato una nostra Animal Welfare, Protection of Species and Nature Conservation Policy, che non deve essere rispettata solo da noi, ma anche dai nostri fornitori. Al riguardo ci orientiamo alla Lista rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN - International Union for Conservation of Nature and Natural Ressources). Nella nostra produzione non sono impiegate specie indicate come a rischio di estinzione in questa lista.